Contenuto principale

 

Prof. Gian Domenico Demuro

dirigente

Sono nato a Lanusei, nella provincia di Nuoro, il 3 luglio del 1958 dove ho frequentato le scuole pubbliche fino al conseguimento del diploma.

Il diploma. Nel 1977 ho concluso con un buon esito la scuola superiore, presentando una tesina a carattere storico-filosofico sull'Illuminismo; periodo che mi ha sempre affascinato.

La laurea. Non avendo la più pallida idea di cosa avrei fatto dopo, contrariamente a tutti i buoni suggerimenti mi sono iscritto alla facoltà di Filosofia dell'Università di Cagliari, laureandomi nel 1982 con una tesi su alcuni aspetti del pensiero filosofico e scientifico contemporaneo. Studiando argomenti per i quali provavo molto interesse, gli anni dell'università non mi sono pesati, anzi, li ricordo ancora come uno dei periodi più belli della mia vita. Subito dopo la laurea, diversamente da ogni previsione nefasta da altri fatta, ho immediatamente lavorato.

Le abilitazioni. Dal 1982 ho iniziato il mio percorso professionale, conseguendo poi due abilitazioni, nel 1985 e nel 1986.

I primi anni di lavoro. Prima nella Provincia di Nuoro, fino al 1988, e d'allora in poi nella Provincia di Oristano; prima presso il Liceo Scientifico, poi presso l'Istituto Professionale Galileo Galilei, ed infine all'Istituto Magistrale, dove sono stato vice preside per 12 anni.

La dirigenza. Il costante rapporto di collaborazione con gli uffici di presidenza delle diverse scuole in cui ho insegnato, mi ha consentito di acquisire le competenze sufficienti per diventare dirigente nel 2008.

Incarichi di Dirigenza:

  • Nel 2008/2009 presso l’IISS “F. Ciusa” di Nuoro.
  • Dal 2009/10 al  2011/12  presso l'ISIS “A. Volta” di Ghilarza.
  • Nel 2012/13 presso l’  IPSAA - IPSSAR  " Don Deodato Meloni" di Oristano.
  • Nel 2013/14 conservando la titolarità di servizio presso il “Don Deodato Meloni”, ho avuto un incarico di reggenza presso il “Galilei – Contini” di Oristano, che era un Istituto di Istruzione Secondaria Superiore formato da un Liceo Artistico ed un Istituto professionale.
  • Dal 2014/15 in poi presso l’IPSAA - IPSSAR "Don Deodato Meloni" di Oristano, al quale è stato aggregato il l’Istituto professionale “Galilei”, scorporato dal “Contini” (lo stesso della reggenza dell’anno precedente).

Ora, non capendo nulla né di agricoltura, né di ospitalità alberghiera, né tantomeno di arte, e non potendo, quindi, in alcun modo interferire, le cose sono andate a meraviglia; inoltre, considerando il percorso formativo e professionale sopra esposto, devo dire di non aver mai capito se va più lontano chi ha una meta precisa o chi non ha la minima idea di dove stia andando.

Il compenso annuo lordo riferito all’anno 2019 è di 81.772,42 euro così ripartiti e composti:

 

Stipendio tabellare

Retribuzione

parte fissa

Retribuzione

parte

variabile

Retribuzione

di risultato

Altri

compensi

Totale compensi

a tassazione

separata

Totale

annuo

lordo

€ 45.260,67 € 12.546,15 € 13.826,28 €  € 5.634,12 € 4.505,20 € 81.772,42

 

Essendo ormai prossimo alla pensione, fra qualche anno la mia vita lavorativa avrà comunque termine; però, considerando che quanto finora fatto mi ha coinvolto ed appassionato, posso affermare che, in un certo senso… non ho mai lavorato… non so, quindi, se il lavoro mi mancherà, ma per quel poco che so di me stesso, non credo incontrerò molte difficoltà nell’adattarmi al nuovo corso. Del resto, provenendo da un ceppo molto longevo (Ogliastra), ed avendo fra i congiunti persone che hanno raggiunto un’età invidiabile, prossima al secolo o anche oltre, penso che avrò ancora molti anni da vivere, spero in buona salute… riprendendomi tutti i contributi versati… ed anche se diversi miei colleghi, sempre scontenti, ritengono che per la complessità del lavoro svolto e per il livello delle responsabilità la retribuzione sia inadeguata… per quanto mi riguarda sono contento lo stesso… dopo tutto… ci sono sorti peggiori…

 Gian Domenico Demuro

 

Allegati:

Curriculum Vitae  contratto individuale di lavoro con decorrenza 01.09.2017 oggetto dell'incarico

                                                                                                 

(Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165 art. 25)

Il dirigente scolastico assicura la gestione unitaria dell'istituzione, ne ha la legale rappresentanza, e' responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio. Nel rispetto delle competenze degli organi collegiali scolastici, spettano al dirigente scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane. In particolare, il dirigente scolastico organizza l'attività' scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative ed e' titolare delle relazioni sindacali. Nell'esercizio delle competenze il dirigente scolastico promuove gli interventi per assicurare la qualità dei processi formativi e la collaborazione delle risorse culturali, professionali, sociali ed economiche del territorio, per l'esercizio della libertà di insegnamento, intesa anche come libertà di ricerca e innovazione metodologica e didattica, per l'esercizio della libertà di scelta educativa delle famiglie e per l'attuazione del diritto all'apprendimento da parte degli alunni. Nell'ambito delle funzioni attribuite alle istituzioni scolastiche, spetta al dirigente l'adozione dei provvedimenti di gestione delle risorse e del personale. Il dirigente presenta periodicamente al consiglio di circolo o al consiglio di istituto motivata relazione sulla direzione e il coordinamento dell'attività' formativa, organizzativa e amministrativa al fine di garantire la più ampia informazione e un efficace raccordo per l'esercizio delle competenze degli organi della istituzione scolastica.